sabato 1 febbraio 2014

Dove Investire Oggi – Investimenti Sicuri

Se si pensa che la Grecia sia un investimento troppo rischioso (anche se un po’ di rischio controllato fa sempre bene in un portafoglio), si potrebbe decidere di investire in azioni italiane, un altro mercato che al momento si trova sottotono e che dovrebbe vedere una interessante ripresa entro il prossimo anno, attraverso il gruppo FTSE MIB Le previsioni per il 2014 sono legate, lo ricordiamo, alla fine della crisi in zona euro e ad una salita dei mercati azionari. Per questo motivo è importante agire oggi e prendere in considerazione in che maniera poter investire nei vari mercati con l’obiettivo di massimizzare i guadagni.

Da prendere in considerazione, inoltre, un investimento anche nel mercato delle valute forex, dato che si tratta sempre di una interessante scelta per poter guadagnre denaro. Tra le valute più interessanti, sicuramente c’è il classico dollaro, ma non bisogna dimenticare l’euro, che potrebbe acquistare valore nei confronti delle altre major, dal momento in cui i mercati dovessero salire. Investire Oggi Outlook su valute e tassi di interesse Investire Oggi Il debito dei mercati emergenti mi preoccupa per ragioni di valutazione tecnica e per i fondamentali. Gran parte del debito emergente è in mano a stranieri, e questo è potenzialmente un rischio qualora ci sia un'interruzione di questi flussi di capitali

Per investire consapevolmente, oggi come ieri, è necessario seguire delle linee guida. La regola aurea afferma che bisogna differenziare quanto più possibile il proprio portafoglio titoli suddividendolo in maniera equa sia dal punto di vista geografico (considerando il rischio legato alle fluttuazioni delle diverse valute), sia sotto il profilo delle diverse tipologie di strumenti finanziari nei quali si intende investire. Il 2013 si sta dimostrando un anno difficile per l’oro. Un svalutazione del prezzo iniziata già nell’estate del 2012 e che sta proseguendo fino ai giorni d’oggi. Ma, a nostro modo di vedere, la sfida primaria, ancora prima di come investire , è quella di proteggere il proprio patrimonio

Nel corso degli ultimi anni il mercato azionario è divenuto sempre più complesso. Riuscire ad interpretare gli andamenti nervosi dei corsi azionari risulta arduo perfino per investitori professionali. Nell'ottica di un investimento di medio - lungo termine, il consiglio base è quello di puntare su società sane, con conti in ordine e buone possibilità di sviluppo del business nel prossimo futuro. Investire oggi in questi titoli consente di non sottostare all'andamento nevrotico dei corsi azionari, eliminando eventuali perdite in conto capitale oltre a garantire un capital gain ottimo se paragonato agli attuali livelli dei tassi d'interesse fissati dalla BCE.

Le quotazioni dell’oro hanno registrato un minimo al prezzo di 1.200 dollari l’oncia nel mese di maggio 2012. Da quella data ad oggi si sono registrati continui alti e bassi che hanno alimentato sfiducia e speranza degli investitori in oro. Dopo aver visto questo si può intuire la difficile situazione dell’oro che oggi non è delle migliori. Secondo l’analisi tecnica grafica se l’oro non rimbalza dai prezzi attuali e scende sotto i 1.200 dollari l’oncia, potrebbe sprofondare di un altro 15 %, verso quota 1.000 dollari. Ad esempio la Nestlè racchiude un universo di marchi che vanno da l'Oreal a Ralph Lauren, da SanPellegrino a Diesel, da Nescafè a Vichy.

Ma cosa potrebbe sostenere il rimbalzo? Gli acquisti delle Banche centrali, una chiusura delle speculazioni da parte dei grandi investitori e una bufera sui mercati che possa far riemergere il ruolo dell’oro come bene rifugio. La bufera verrà, ma non si sa quando, e nel frattempo la speculazione potrebbe intensificarsi e durare molto tempo. Per il momento la soluzione migliore è quella investire una piccola parte del proprio portafoglio sull’oro, con lo scopo di diversificare. Per chi fosse esporto maggiormente forse sarebbe meglio alleggerire il proprio portafoglio e attendere periodi migliori.

Nessun commento:

Posta un commento