lunedì 20 gennaio 2014

Gli Strumenti Per Fare Investimenti Sicuri ~ BlogNews

Si tratta di un nome difficile per un concetto facile. Stop loss significa “ perdita massima accettabile ” raggiunta la quale vendi i tuoi investimenti per evitare danni peggiori. Il livello di uscita è 1 – stop loss , per cui se la tua perdita massima sostenibile è del 20% (0,2), lo stop sarà pari manuale trading a 0,8. Questo coefficiente deve essere inizialmente moltiplicato per il prezzo di acquisto dei tuoi titoli e poi, via via con cadenza settimanale, per il valore massimo raggiunto. In questo modo proteggerai anche i tuoi utili, nel caso in cui i tuoi investimenti salissero e poi tornassero indietro.

E’ necessario fare un salto di qualità. Il Governo deve pretendere da Telefonica l’esatta consistenza dei progetti che si intendono realizzare e le risorse destinate a sviluppare la Banda Larga. Continuare a parlare genericamente di investimenti e mettendo insieme quanto si realizza per il mobile, per il mantenimento dell’attuale, per la riparazione dei guasti, per la sostituzione degli apparati è un modo per mistificare la verità. Sapere quanto si è speso negli ultimi anni per la rete di nuova generazione e quanto si pensa di spendere nei prossimi anni e per quali obiettivi e in quali tempi è la risposta necessaria.”

La riscossa dell’edilizia nel Paese simbolo del modello liberista occidentale non lascia campo a particolari dubbi sulla direzione da seguire per mettere le ali alla ripresa, sulla scorta di quei segnali che ovunque sembrano preludere alla fine della spirale recessiva globale. Quasi tutti i settori che fanno da spina dorsale all’economia statunitense registrano consigli investireonline.org percentuali in rialzo, ma le migliori prospettive rimangono nel mercato immobiliare a stelle e strisce, verso il quale l’interesse degli investitori internazionali non potrà che aumentare. Il circolo virtuoso nel real estate ha già prodotto i suoi risultati, premiando gli sforzi di operatori altamente qualificati ed attenti alle trasformazioni in corso.

La presentazione e il dibattito non hanno modificato i miei giudizi. I sindacalisti hanno enfatizzato di più il finanziamento via una patrimoniale (i cui proventi, ma non sono sicuro di aver capito bene, proverrebbero per il 50% dalla Germania) piuttosto che dalla Tobin tax. Ma la retorica su questa magica tassa che frena la speculazione e redistribuisce reddito non è mancata. Più interessante quando han detto che vedono il piano come un inizio di un bilancio europeo. Invece elemento pre-keynesiano l’idea che vi siano in giro capitali finanziari inutilizzati che solo attenderebbero opportunità di investimenti sicuri e redditizi come quelli offerti dal Piano DGB.

Questi celebri versi di Eugenio Montale riassumono il senso del mio intervento. Il mio giudizio sulle proposte dei compagni tedeschi, e su analoghe proposte avanzate in Italia, non è positivo. Il pericolo politico che vedo è che ci si rifugi in immaginifici piani Marshall di investimento tralasciando il fatto che l’Eurozona avrebbe necessità di misure macroeconomiche di più rapido impatto, inclusa una seria unione bancaria, e nel lungo periodo di una revisione dei trattati. Ma le condizioni politiche per questo non vi sono. Molte critiche al Piano dei compagni tedeschi sono state avanzate dai compagni del Keynes blog

Nessun commento:

Posta un commento