domenica 15 dicembre 2013

Le Basi Che Dobbiamo Conoscere

Ciò premesso esistono investimenti considerati sicuri. Mettere i propri risparmi su un conto corrente ad esempio potrebbe essere una forma di investimento apparentemente privo di rischio mentre invece c'è un rischio - assai remoto - di insolvenza della banca per fallimento default e pertanto sopra certi importi non c'è neppure investimenti sicuri il fondo di garanzia interbancario che riesce a tutelare quanto depositato sul conto corrente (fino a 100.000 euro). Altri investimenti che consentono di frazionare il rischio - così come ad esempio i fondi comuni di investimento - possono essere utili per non avere un'esposizione su una singola obbligazione, azione valuta.

Anche la sottoscrizione di polizze vita , fondi pensioni , buoni postali possono essere delle valide alternative di investimento abbastanza tranquille se si scelgono linee di investimento prudenti (tenendo in considerazione che il comparto assicurativo può avere dei costi iniziali e può essere più suscettibile alle variazioni dei mercati in virtù della linea d'investimento scelta). Investimenti che hanno un ampio arco temporale di investimento su un'obbligazione un titolo di Stato potrebbero comportare minusvalenze anche nel breve periodo. Questo ad esempio non avviene con il deposito sui conti correnti e generalmente neppure sui buoni postali che annualmente consolidano il rendimento e non sono suscettibili a variazioni negative.

Più in generale si può affermare che esistono investimenti abbastanza sicuri ma non sono mai privi di rischio al 100% e nel tempo gli investimenti generalmente considerati sicuri potrebbero non esserlo. Si pensi ad esempio in un investimento in titoli di Stato quanto il Paese emittente non ha problemi e successivamente quando è suscettibile a default e ad un basso rating. Gli articoli postati su questo sito hanno carattere puramente informativo e non costituiscono un suggerimento di investimento. Qualsiasi operazione finanziaria aperta in base alle informazioni contenute nel presente articolo ricade sotto la sola responsabilità diretta dell'investitore.

La storia e la statistica finanziaria può essere di aiuto per valutare una forma di investimento abbastanza sicuro. Bisogna comunque tenere in considerazione che statisticamente c'è una certa ciclicità nei corsi degli investimenti ma tuttavia le performance passate dei vari investimenti non possono essere considerate significative per quelli presenti futuri ma devono rimanere solo elementi di riflessione e valutazione. In Italia con meno di 1200000 euro (150000 per Roma e Milano città) si può fare poco nulla e il rendimento degli affitti si attesta sul 5%. C’è invece uno stato europeo che risulta essere il più redditizio tra i paesi della comunità europea con più dell’8% di rendita media annua.

Bisogna inoltre considerare che di solito a fronte di una maggiore sicurezza dell'investimento si hanno rendimenti più contenuti e che di solito gli investimenti obbligazionari più sicuri sono quelli che le agenzie di rating hanno valutato con la tripla A (AAA). Questo è solo un altro elemento indicativo in quanto nel tempo i giudizi possono variare e l'emittente può subire un downgrade del rating. Di solito una buona diversificazione consente di non tenere tutte le uova in un paniere e pertanto il rischio della scelta dell'investimento dovrebbe diminuire e spalmarsi su vari titoli con relativa frantumazione del rischio.

L'investimento in un'obbligazione a breve termine e denominato in euro (per chi rientra nell'area euro) consente di diminuire ancora di più il rischio non essendo sottoposto da una parte ad oscillazioni più marcate dovute all'allungamento della duration e dall'altra parte dalla variazione valutaria che a volte può essere considerevole e può andare a influenzare in maniera significativa sul rendimento effettivo finale dell'investimento. Gli investimenti sicuri sono quelle forme di investimento che garantiscono durante tutta la vita del prodotto il capitale originariamente investito e una rendita. Le azioni hanno i propri tempi dettati dalla domanda e dall’offerta e le obbligazioni i propri tempi dettati dall’andamento dei tassi di interesse.

Originariamente si pensa che, anche se i rendimenti non sono gran che, il conto corrente e il libretto postale siano gli investimenti sicuri per eccellenza. Tuttavia questo non è vero perchè quando l’inflazione sale, ossia quando i prezzi aumentano, il contante vale di conseguenza di meno e quindi il denaro perde valore. Nella home page di Investire-Oggi.net visibile su Investire Oggi , viene presentato un grafico che mostra quali sono i rendimenti che derivano dagli affitti di immobili. Questa è uno dei parametri più importanti per decidere dove investire. Tuttavia, ovviamente l’altro aspetto fondamentale è la quantità di denaro che è necessario avere per fare un investimento immobiliare.

Come detto, quando l’inflazione sale, il denaro perde di valore. Qual’è quindi la soluzione per evitare che i propri risparmi valgano di meno? La risposta è di “ trasformarlo in mattone ”. Infatti, l’ investimento immobiliare è l’unico tra quelli elencati che può definirsi realmente un tipo di investimento sicuro Esso infatti soddifa i requisiti per poter essere definito come un investimento sicuro, ossia garantisce durante tutta la vita del prodotto il capitale che si è investito inizialmente, e anzi solitamente acquista di valore, e una rendita che deriva dall’affitto dell’immobile stesso.

Nessun commento:

Posta un commento