venerdì 6 dicembre 2013

Dove Investire Oggi?

Nonostante i recenti squilibri economici il turismo continua a rappresentare un raggio di ottimismo per la Grecia che si trova ad affrontare sfide molto pesanti. L’industria del turismo è ottimista per il 2012 anche perché nel 2011 ha generato incrementi a due cifre nelle percentiuali di arrivi e permanenze di turisti. Tutto ciò è estremamente incoraggiante per l’industria e per l’economia greca nel suo complesso. Si può dire che un aumento del 10% nell’ambito dell’industria turistica equivale a un aumento dell’1% del Pil. Ci può indicare alcuni porti in cui l’acquisto di un ormeggio può essere non solo conveniente ma anche un affare?

Con la nuova legge recentemente approvata dal Parlamento greco, che estende i criteri per gli investimenti presentati attraverso la legge Fast Track, la società Invest in Greece presto opererà come un one-stop shop per tutti gli investimenti per un ammontare superiore ai 2 milioni di euro. Inoltre, la Grecia ha introdotto nuove e più flessibili normative riguardanti l’acquisto di immobili nelle zone di confine. Nel caso di residenti extracomunitari, la definizione di aree di confine è stata ridotta e le procedure e le condizioni per ottenere il permesso necessario sono ora molto più semplici che in passato.

La grande varietà di paesaggi naturali e il vasto numero di villaggi e luoghi d’interesse storico rendono praticamente illimitate le opportunità. C’è una pletora di destinazioni che tradizionalmente hanno attirato i visitatori ma ci sono anche realtà emergenti e nuove destinazioni molto apprezzate dagli investitori, dagli operatori turistici e dai visitatori. Non è, quindi, un caso che molte aziende greche e multinazionali stanno investendo nello sviluppo di nuove località e destinazioni turistiche. E’ vero che i beni rifugio sono beni che aumentano il loro valore ma non sempre. La crisi immobiliare è talmente elevata che se ne uscirà tra molti anni.



La collocazione di Porto Heli, altro nuovo e importante polo di sviluppo turistico, si estende su un’area di 3.470.000 mq. Diventerà sede di alberghi a quattro e cinque stelle, ciascuno in grado di offrire uno stile di vacanza unico, dotato di comfort ad alto livello e catering per una gamma molto diversificata di viaggiatori. Inoltre, su tutto il resort verranno costruite ville di lusso. L’apertura è prevista nei prossimi mesi. Inoltre per acquistare oro, immobili opere d’arte si deve avere una disponibilità economica molto alta Non sempre le persone hanno questa occasione e allora ricorrono ad altri strumenti altrettanto competitivi come il conto deposit .

I mari ‘amichevoli’ della Grecia attirano visitatori da tutto il mondo interessati a godere di un’eccezionale varietà di spiagge, isole e villaggi su terraferma. Al fine di soddisfare il crescente numero di barche a vela e barche a motore, i porti turistici in Grecia sono sottoposti ad aggiornamenti significativi e rappresentano un’opportunità di investimento eccezionale. Inoltre, la Grecia ha bisogno di costruire nuovi porti per ospitare una vasta gamma di barche e diportisti. Decisivo sarà il trend economico dei prossimi mesi. Da ieri l’Italia è sotto la lente d’ingrandimento di Bruxelles per le sue troppe anomalie. Da qui ad aprire un dibattito sulle banche nostrane il passo sarà breve.

Negli ultimi anni, l’Ente turistico greco e 13 Regioni del Paese hanno cominciato a creare una rete integrata di servizi correlati all’ancoraggio delle barche lungo le coste greche. Questo programma è ora in fase di completamento. Nuovi porticcioli moderni, accessibili direttamente dagli alberghi con ormeggi per un attracco sicuro delle barche, già sono operanti sono in procinto di iniziare il loro funzionamento, per soddisfare le esigenze dei turisti che arrivano in Grecia via mare. Così ci saranno altri 20 luoghi di ancoraggio in grado di offrire ulteriori 3.000 posti barca. E’ evidente a tutti (come del resto abbiamo sempre sottolineato) che dopo quest’ultima crisi , nulla sarà più come prima.

Inoltre, la partnership tra pubblico e privato, prevista dalla legge, rappresenta un sistema ideale e attraente per soddisfare le crescenti esigenze nautiche, anche mediante lo sviluppo di un’edilizia pubblica. Nel corso degli ultimi 12 mesi lo Stato greco ha privatizzato il funzionamento delle due marine, uno in Vouliagmeni (Attica) e uno a Mitilene (Egeo nord-orientale). Lo Stato greco è intenzionato a privatizzare ulteriormente in modo da favorire la nascita di nuovi porti turistici e piccoli porti. Queste privatizzazione introdurranno un regime di concorrenza a tutto beneficio dei numerosi turisti amanti del mare.

Nessun commento:

Posta un commento