venerdì 27 dicembre 2013

Albergo 2 Stelle Economico Stazione Centrale Termini

Consiglio di fabbrica e assemblea dei lavoratori ieri notte alla Lucchini di Piombino, in provincia di Livorno, dopo l’incontro, conclusosi in serata, al ministero della Sviluppo economico sul futuro dello stabilimento toscano dell’acciaieria. Vanno avanti dalla mezzanotte di ieri le assemblee di fabbrica in Lucchini con i sindacati per riferire ai lavoratori i risultati dell’incontro di ieri sera al Mise. L’obiettivo è quello di arrivare, entro Natale, all’accordo di programma per il rilancio dell’area industriale, il cui primo passo è la definizione di un protocollo d’intesa contenente i punti qualificanti. L’elegante albergo lancia un’iniziativa unica per scoprire alcuni tra i migliori artisti emergenti italiani ed una selezione di artisti affermati

L’altoforno della Lucchini a Piombino deve rimanere in attività fino al momento in cui, con l’accordo di programma, non risulti definita la prospettiva di riconversione in termini di finanziamenti e strumentazione e finché non sia stato individuato l’investitore che rilevi lo stabilimento e non siano chiarite la possibilità e le forme di gestione dell’area a caldo. Questa la richiesta che il governo, attraverso il sottosegretario allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, ha rivolto al commissario straordinario della Lucchini. Del tema Piombino si è discusso ieri, secondo quanto riferisce una nota, nel corso di una riunione con tutti gli attori coinvolti al ministero dello Sviluppo economico.



Attraverso questi interventi- ha affermato De Vincenti- come Governo siamo impegnati a dare ai lavoratori la certezza di prospettive produttive ed occupazionali. Direi proprio che ieri abbiamo fatto un bel passo avanti in questa direzione e nella direzione di un rilancio della siderurgia”. Ha destato sconcerto e rabbia la notizia dei 14 licenziamenti presso l’Hotel Princess di Roma. Secondo Anna De Marco, segretaria generale della Filcams Cgil di Roma Nord., infatti, l’amministrazione ha proceduto coi licenziamenti nonostante il fatto che presso la Federalberghi era stata aperta una trattativa sindacale a seguito dell’avvio della procedura di mobilità richiesta dall’Hotel che dichiarava un esubero di almeno 18 persone.

Grazie all’iniziativa “Art4You” gli ospiti internazionali dell’albergo potranno scoprire, apprezzare e acquistare le opere di artisti italiani e internazionali, che troveranno posto nelle splendide camere dell’albergo accanto ai celebri pezzi di Alberto Burri, Mark Kostabi, Ennio Calabria, Massimo Kaufmann, Bruno Ceccobelli. L’Hotel d’Inghilterra di Roma è il fiore all’occhiello del gruppo italiano Royal Demeure, che comprende inoltre la Residenza di Ripetta a Roma, l’Hotel Beverly Hills Rome, l’Helvetia & Bristol di Firenze, il Grand Hotel Continental di Siena e l’Hotel Villa Michelangelo di Vicenza.

Situato nel cuore della città eterna e a 2 passi da tutti i principali monumenti ,un accogliente e un luminoso appartamento di 4 camere molto ben situato tra la stazione Termini e la Colosseum.Se vuoi la pace e la tranquillità questo è il posto da soggiornare. Questa è la colazione tipica italiana, e ciò che piace Walter, ci auguriamo che voi la apprezzate.Anche uno distributore di bevande calde come il caffè il tè è disponibile gratuitamente per tutto il giorno.

Nessun commento:

Posta un commento